Nella classifica pubblicata questa mattina sull’inserto Affari e Finanza di Repubblica, realizzata in collaborazione con Mediobanca, è stato analizzato il numero di lavoratori indicati nei bilanci di diverse società con occupati tra i 500 e i 3.000 lavoratori. Tra le aziende che sono riuscite ad aumentare il numero di addetti del 30% dal 2008 al 2017 ci sono anche quelle appartenenti al settore dell’acciaio.

In forte crescita in particolare il gruppo di operatori utilizzatori, da Agrati con 2.382 addetti, seguito da Metalmeccanica Tiberina (1.349), Cimolai (1.211), Iseo Serrature (1.163), Forgital (1.107), Steparava (770), Lafert (729), Laminazione sottile (723) e Toyota Mat. Handling (532).

Numeri importanti che testimoniano lo stato di salute dell’acciaio in tutta la filiera.

Anche CPC INOX ha registrato negli anni un incremento dei propri lavoratori: solo nello scorso anno l’azienda ha raggiunto quota 140 dipendenti, con una crescita del +8.6% rispetto all’anno precedente. Se vuoi scoprire tutti i nostri numeri del 2018 clicca qui.